Il futuro della mobilità - settore trasporti

Qual è il futuro del settore trasporti?

0

Innovativo, automatizzato, sicuro e condiviso: così sarà il trasporto del futuro

Come evolverà la mobilità nel trasporto su gomma?

Il settore trasporti sta attraversando un momento decisivo, servono delle soluzioni innovative per rendere più sostenibile il consumo di energia, per ottimizzare il traffico e per garantire la sicurezza, anche in riferimento alla mobilità di tir ed autoarticolati.

Quale sarà il futuro della mobilità dei veicoli commerciali in Italia?

Per ottimizzare il traffico e per garantire la sicurezza in Italia entro il 2025 verranno attuati i primi interventi del nuovo progetto Smart Road Anas che renderà le autostrade più fruibili e sicure anche per i camion, i veicoli commerciali e tutti i mezzi pesanti per il trasporto merci.

L’obiettivo del progetto Smart Road Anas è quello di migliorare le infrastrutture stradali nazionali rendendole sempre più sicure e connesse usando metodi più avanzati di assistenza automatica alla guida, tecnologie più moderne e all’avanguardia. Le infrastrutture tecnologiche hanno come obiettivo il comfort e la tutela del conducente, infatti il sistema garantirà la connessione wifi su tutta la rete stradale al fine di fornire informazioni utili per la guida assistita e in futuro automatica, informazioni in tempo reale su meteo e situazione strade e autostrade, suggerimenti di percorso, soccorsi mirati, interventi da remoto in caso di condizioni di pericolo. Il Progetto Smart Road Anas, in collaborazione con Fiat e Scania, è un tassello fondamentale per il futuro del settore trasporti e della mobilità in generale, utile a creare un sistema di trasporto più sostenibile, sicuro e intelligente.

Quale sarà il futuro della mobilità dei veicoli commerciali leggeri e pesanti?

Diesel ed elettrico sono il presente e il futuro del trasporto su gomma, infatti la trazione elettrica rappresenta la soluzione più valida per rendere la mobilità futura a impatto zero sull’ambiente. Qual è il problema? Che a fronte di una riduzione di circa il 40% della CO2, il costo totale e di manutenzione della versione elettrica di un camion è superiore del 40% rispetto alla sua versione diesel. Quindi un camion diesel è ancora oggi la soluzione da preferire in termini di sostenibilità ambientale, economica e sociale. In Italia inoltre bisogna fare i conti con l’assenza di un’adeguata rete di ricarica ad alta potenza.

Quando potrebbe svilupparsi una mobilità con veicoli pesanti completamente elettrici?

Le previsioni parlano di mobilità elettrica per i veicoli pesanti non prima dei prossimi 5-7 anni, anche se comunque la motorizzazione diesel di ultima generazione potrebbe essere ancora la scelta migliore fino al 2030-2035, oggi ci troviamo solo in una fase di transizione tecnologica.

Come stanno affrontando il futuro del trasporto i leader internazionali nel settore trasporti?

  • Iveco ha sviluppato una flotta di veicoli alimentati a Lng, metano liquido.
  • Nel 2016 Mercedes-Benz Trucks è stato il primo costruttore al mondo a presentare un autocarro pesante elettrico: l’Urban eTruck.
  • Per Volkswagen la guida del futuro dovrà essere autonoma, connessa e pulita: autonoma per ridurre gli incidenti, connessa per aumentare l’efficienza della flotta e pulita per ridurre consumi ed emissioni.
  • Renault, con il suo piano strategico Drive the Future, prevede di mantenere la leadership nel veicolo elettrico (auto), con 8 modelli elettrici e 12 modelli elettrificati e di lanciare 15 modelli a guida autonoma e servizi di robo-taxi.

Il futuro nel settore dei trasporti è elettrico, connesso e autonomo.

Condividi sui social media:
FacebookTwitterGoogle+LinkedIn

lascia un commento